Inizio Forum
 Pensieri e racconti
 Racconti
 Storia di un piccolo Angelo
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

fraomael
Attivo partecipante

Città: Cantù


23 Messaggi

Inserito il - 15/03/2012 : 14:24:49  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Eccomi. Non so ancora chi sono o cosa sono. E’ tutto strano intorno a me, mi sembra di essere in una bolla. Però non sono sicura. Mi sento cambiare di minuto in minuto, sono diversa ora rispetto a quando ho iniziato a parlare. Però ora ho capito: sono nella pancia della mia mamma. Lei ancora non lo sa, è troppo presto; quando si accorgerà della mia presenza? Sicuramente passeranno diversi giorni.
Ci siamo, oggi ha capito che ci sono anche io. Chissà cosa sta pensando. Sarà contenta? Beh spero proprio di si. Ecco, la sento. Sta piangendo ma credo proprio che sia felice. Che motivo avrebbe per essere triste? Una nuova vita, di solito, è un lieto evento.
Tra un po’ farà la sua prima ecografia. Io sto crescendo, ormai le braccia e le gambe sono formate. Mi muovo piano, tu non mi senti ancora, sono troppo piccola.
Ora mi senti? Si, ne sono certa. La tua mano sfiora la pancia ed io sento quella carezza. Ecco, mi sto muovendo. Ormai sento e riconosco la tua voce. Ho voglia di vederti, di conoscerti, anche se sono ancora piccola e non sono completamente formata. Ma so che qualcuno ce la fa.
Mamma, scusa ti sto facendo male ma voglio uscire. E’ vero, qui dentro sono protetta ma… qualcosa o qualcuno mi dice di venire fuori.
Aiuto, come mi sento strana. Mi mettono in una specie di scatola con due buchi, la chiamano incubatrice. Mamma non so se ce la faccio. Non capisco, io sono lì dentro eppure mi vedo dall’alto. Vicino a me c’è un signore che mi tende la mano. Vuole che vada con lui.
Tu stai piangendo. Perché? Io sono qui. Adesso ho capito: non ce l’ho fatta. Mi sta succedendo qualcosa di strano: mi sono spuntate un paio di ali. Sono diventata un angelo. Vorrei abbracciarti, sostenerti, ma non posso più farlo.
Ti prego, non piangere. Anche se non mi vedi ci sono e ci sarò sempre.
Vedo la bara bianca che scende sotto terra. Tu stai piangendo, sei sola.
Mamma, oggi compirei sei anni se fossi ancora lì. Invece ci sei tu, con la mia sorellina. Mi prenderò cura di lei e di te finché mi sarà possibile. Vi voglio e vi vorrò sempre bene.

robin
Amministratore

globo

Prov.: Bergamo
Città: treviglio


773 Messaggi

Inserito il - 15/03/2012 : 15:38:42  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Benvenuta/o ,se le è possibile fare una piccola presentazione nella sezione adatta .

nella finestra di sx- amicizia- nuova discussione-scrivere il Titolo della discussione-e inviare. (come ha fatto per questo messaggio).

Grazie.

Toccante,di grande significato.

Namaste
Torna all'inizio della Pagina

fraomael
Attivo partecipante

Città: Cantù


23 Messaggi

Inserito il - 17/03/2012 : 12:00:42  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Grazie! So che è stato questo piccolo Angelo a suggerirmi parola per parola quello che ho scritto, anche se è stata un po' birichina perché lo faceva soprattutto di sera quando non potevo scrivere da nessuna parte. Per fortuna poi me lo ripeteva :)
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Fratellanza Bianca Universale © Angelinet.com 2015 Torna all'inizio della Pagina
Powered By: Angelinet 2005 (Snitz Forum)